Sandro Munzone a tutto campo sul rugby siciliano

In vista dell’avvio dei campionati di serie A,B e C abbiamo scambiato quattro chiacchiere con giudice sportivo Sandro Munzone, ex pilone (destro ci tiene a precisare…. ) dell’Amatori Catania , della Zagara e della Fiamma sullo stato di salute del rugby siciliano. Questa la fotografia che emerge.

Impegno gravoso per l’Amatori .” Affrontare il campionato di serie A per l’Amatori Catania sarà una vera scommessa. Dopo tanti anni di serie B tornare nella categoria superiore rappresenta sicuramente un momento importante per tutto il movimento isolano; ma quello che dovranno affrontare Borina e compagni sarà un impegno gravoso sia dal punto di vista tecnico che economico. Sono tante le squadre meglio attrezzate dei biancorossi .La squadra catanese potrebbe pagare il salto di categoria,ma spero che possa mantenere la categoria.

I giovani dell’Amatori . “ Sono tanti i giovani di valori che oggi militano nell’Amatori e tra questi sicuramente una menzione particolare meritano Mistretta, D’Aleo, Samuele Sapuppo, Cosentino , Bogdani e Nino Arrigo che ha calcato il massimo campionato nazionale con il Rovigo.

Salvo Garozzo leader e valore aggiunto. “ Avere Salvo in squadra è il valore aggiunto dell’Amatori.Un giocatore con il suo bagaglio di esperienza di giocatore di altissimo livello oggi rappresenta una certezza per la squadra allenata da Vittorio e Costantino. Garozzo come Johannes Breedt degli anni 80/90 quando con il suo carisma fece crescere tantissimi giocatori locali.

Serie B: Cus Catania e Clc Messina protagonisti. Sono sicuro che sia i catanesi che i peloritani saranno sicuri protagonisti nel loro campionato. Il Cus Catania ormai è una realtà affermata con tanti giovani di sicuro futuro. Conosco meno le dinamiche degli amici messinesi , ma sono sicuro che disputeranno un campionato all’altezza della loro storia.

Litigiosità tutta siciliana.Purtroppo da anni assistiamo a continui litigi che non producono nulla di buono. Credo che la “colpa” sia in parte anche dei social che amplificano ogni discussione. Non è un messaggio positivo quello che stiamo trasmettendo ai giovani. Spero in un sereno confronto fra tutte le parti.

Serie C , Ragusa e Nissa davanti a tutti. Negli ultimi anni la squadra ragusana ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per il salto in serie B.L’anno scorso ha sfiorato l’impresa e sono sicuro che ci riproverà con più convinzione e spero anche piu fortuna. La Nissa è sempre una bella realtà del nostro rugby isolano e si farà valere.
..e per finire un augurio di buon rugby a tutte le componenti ..

Related posts