Il rugby siciliano chiude una stagione di grandi successi.Arancio:” Sono davvero felice”

Con il Festival del Minirugby siciliano e il Trofeo CONI, svoltisi sabato scorso a Caltanissetta, si è conclusa la  stagione per  il movimento regionale.

Una stagione positiva con ottimi  risultati ottenuti dai club, ma ancor più per la crescita in termini di promozione e sviluppo dell’attività giovanile e, appunto, minirugby.  Proprio l’ultimo atto della stagione, andato in scena al “Tomaselli”, ha sancito l’ottimo lavoro svolto in seno al rugby regionale durante l’ultimo anno. E’ stata una manifestazione dedicata ai piccoli atleti della palla ovale siciliana, che ha riscosso un grande successo sotto il profilo dell’organizzazione, curata nei minimi dettagli dalla società ospitante Nissa Rugby, ma anche e soprattutto della partecipazione delle società, con il coinvolgimento di oltre 400 persone tra giovani atleti e accompagnatori. E’ il segno che quando si lavora in sinergia si ottengono ottimi risultati grazie alla collaborazione  di tecnici ed educatori e all’importantissimo contributo da parte del comitato  regionale FIR Sicilia insieme alle realtà rugbistiche della nostra regione.

Tutto nasce dall’iniziativa di  Giacomo Granata, responsabile regionale promozione e sviluppo rugby. Sono stati, infatti, numerosi gli eventi nel corso della stagione appena conclusa, legati all’attività di minirugby e andati oltre le più rosee aspettative. Queste le dichiarazioni  del Presidente Orazio Arancio  “Insieme all’intero Comitato regionale siamo particolarmente  fieri della splendida festa conclusiva di sabato scorso a Caltanissetta, un gran bel momento di condivisione e divertimento per i piccoli atleti di casa nostra. Ci tengo a ringraziare particolarmente Andrea Lo Celso per l’ospitalità dimostrata con la sua società e lo stesso modo i ringraziamenti vanno rivolti al vice presidente Giovanni Saraceno e al responsabile regionale Giacomo Granata per l’importante impegno profuso. Chiudiamo al meglio un’ottima stagione per l’attività giovanile del nostro movimento, a cui non dimentichiamo vanno aggiunti i traguardi importanti raggiunti dalle società siciliane, come la conquista del barrage promozione in Top 12 da parte dell’Amatori Catania, la meritata promozione in serie B del Ragusa Rugby, la salvezza sempre in B del CUS Catania e del CLC Messina, sino ad arrivare ai prestigiosi risultati nazionali dell’Under 18 sempre del CLC Messina e dell’Under 16 del San Gregorio Rugby. Sono davvero felice!”

 

In collaborazione con Ufficio Stampa Csr Sicilia

Foto: Alessandra Restivo

 

Related posts